Menu principale:

Trapani Invittissima di Salvatore Accardi

Cerca
Cerca

Vai ai contenuti

Calcedonio Marini

Trapanesi illustri > Medici e ....

Su Calcedonio Marini, mammane e cerusici

I medici di quel tempo somministrarono ad ammalati di sifilide la cosiddetta cura mercuriale, che consistette nel dare purghe e salassi considerati indispensabili a ridurre gli effetti dannosi della malattia. In particolare sottoposero gli ammalati anche all'inalazione di caldi vapori acquei che causarono in loro un'abbondante sudorazione, ritenuta necessaria al recupero dell'infezione. Con una certa quantità d'unguento contenente mercurio metallico, da cui trasse il termine unzione mercuriale, si frizionarono le parti infette degli ammalati, ai quali si proibì di cambiare la biancheria, di fare il bagno (per non disperdere il mercurio) e di esporsi alle correnti d'aria, accentuando in tal modo l'incubazione dei virus nei panni sporchi. Terminato il trattamento, li salassarono allo scopo di indebolire la resistenza del virus e per dare libero accesso all'azione chimica del mercurio somministrato.

Home Page | Trapani Invittissima | Trapanesi illustri | Processioni e Congregazioni | Chiese e Monasteri | Autori | Foto e video | Links | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu