Menu principale:

Trapani Invittissima di Salvatore Accardi

Cerca
Cerca

Vai ai contenuti

Giuseppe Antonio Tobia

Trapanesi illustri > Medici e ....

la giovane vittima del terremoto di Catania

Anche a Trapani arrivò la notizia del terremoto che falciò le abitazioni della Val di Noto. Cinquantotto anni dopo, il 6 luglio 1751, due anziani trapanesi esponevano sull'avvenimento nello studio di Gaspare Fiorentino. Don Giuseppe Tesoro etatis annis 87 e don Diego Agueci etatis annis 89 ricordavano l'avvenimento e la scomparsa dell'amico Don Giuseppe Antonio Tobbia (Tobia), giovane trapanese, allora d'età d'anni 23 in circa, figlio di Simone Tubbia e di Angela Guarnotta sposi il 26 settembre 1649.

Nel 1693,
lo studente di legge, figlio di Don Simone e Donna Angela Tobbia, si trovava a Catania à fine di lui laurearsi nelle scienze legali ed in detta Città commorando per tal fine di dottorarsi, finalmente, li 11 di Gennaro appunto dell'anno immediate seguente 1693, verso l'ora 21 del giorno vi accaddero in detta Città, sicome in altre parti di questo Regno di Sicilia molte scosse di terra, per la quale scossa, fra l'altre, cadde sudetta Città di Catania e rovinassi quasi tutta, sotto le quali rovine, a causa di detto terremoto per aversi ritrovato in detta Città allora il sudetto Tobbia restò e se ne morì, è di detta morte avutane notizia qui in Trapani, se ne fece pianto e lutto. Dalli suoi congionti all'avviso avuto di tal morte se ne fece pianto e lutto, ricordandosi pure aversene fatto l'esequie. E questo esso testimone lo sa, dice e depone come Amico e conoscente del quondam Don Giuseppe Antonio Tobbia praticandovi alla Casa.

Home Page | Trapani Invittissima | Trapanesi illustri | Processioni e Congregazioni | Chiese e Monasteri | Autori | Foto e video | Links | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu