Menu principale:

Trapani Invittissima di Salvatore Accardi

Cerca
Cerca

Vai ai contenuti

Giuseppe De Luca

Trapanesi illustri > Letterati - Dotti

" Morte di Silvia " di Giuseppe De Luca

Tra i manoscritti conservati nella biblioteca Fardelliana di Trapani, quello sulla "Morte di Silvia" è il meno conosciuto. È un libretto autografo attribuito "all'Abbate Giuseppe de Luca", probabilmente fratello del ciantro Diego de Luca.

Giuseppe de Luca, Cherico, Suddiacono, Giovane di vasto talento, prattico di varie lingue, dotato di rara Eloquenza, e di una Fantasia particolare ne'suoi Poetici Componimenti, fu Lettore di Eloquenza de'Publici Studj del Collegio di Trapani. Lepido quanto mai ne suoi "Berneschi Canzoni Siciliane", sublime ne' suoi Sonetti.

Curiosamente Giuseppe De Luca è morto a quarantadue anni nel 1797, un anno prima della nascita di Giacomo Leopardi, autore della canzone "A Silvia". Nella poesia "Morte di Silvia", Giuseppe De Luca manifesta il dramma dell'amante di Silvia morta in giovane età per la ferita mortale dello sparo di un'arma da fuoco. Non sappiamo se questa poesia è una traduzione di un poeta straniero o rappresenta un lato biografico nascosto del letterato trapanese. La trascriviamo senza alcun commento nella sua toccante tragicità.


Home Page | Trapani Invittissima | Trapanesi illustri | Processioni e Congregazioni | Chiese e Monasteri | Autori | Foto e video | Links | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu