Menu principale:

Trapani Invittissima di Salvatore Accardi

Cerca
Cerca

Vai ai contenuti

processione Cristo risorto

Processioni e Congregazioni



Con i bandi, i giurati trapanesi informavano la cittadinanza sulle disposizioni regie e vice regie da osservarsi, gravate dalla sanzione pecuniaria e spesso anche corporale. Il corpus dei Banna e Consilia, conservati nel fondo dell'Archivio del Senato di Trapani della biblioteca Fardelliana, è formato di 124 registri con i primi bandi del 1545 fino agli ultimi del 1727, dei rimanenti non rimane alcuna traccia perché smarriti o distrutti per varie cause. Erano resi pubblici dopo la ratifica del mastro notaio, che curava la trascrizione in ordine cronologico nel registro dei Banna e Consilia. Il banditore detto mazziere (che portava la mazza d'argento del Senato, velata con velo nero in occasione della processione dei Misteri) proclamava i bandi nella Loggia al suono della tromba e del tambureggiamento. Molti bandi attestano le mete, ovvero i prezzi imposti sugli alimenti e quant'altro, il divieto di portare armi, norme sulla processione del Cilio e dei Misteri e le direttive sull'ordine pubblico. La lingua adoperata nella redazione è l'italiano e il latino ed alcuni sono scritti in spagnolo e con frasi dialettali, a margine dei quali era specificato l'oggetto dell'argomento trattato.

Home Page | Trapani Invittissima | Trapanesi illustri | Processioni e Congregazioni | Chiese e Monasteri | Autori | Foto e video | Links | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu