Menu principale:

Trapani Invittissima di Salvatore Accardi

Cerca
Cerca

Vai ai contenuti

Scudi e lapidi

Trapani Invittissima > Trapani invittissima e fedelissima

Scudi e lapidi

In una scrittura notarile leggiamo il resoconto di una diatriba scaturita al termine del 1780 tra l'arciprete Francesco Maria Morello barone di Fratjanni (fratello del potente secreto Leonardo) e il ciantro Giuseppe Giacomo Cipponeri sugli onorifici titoli ecclesiastici imposti con boria ai notai nelle stesure delle pubbliche scritture. Morello, fiero al pari dei suoi predecessori che accolsero Ruggiero, Pietro d'Aragona e Carlo V, l'undici novembre 1780 fece transuntare le attestazioni giurate di fidati prelati dell'esistenza di tre antichi scudi appesi nella chiesa di San Pietro.


Home Page | Trapani Invittissima | Trapanesi illustri | Processioni e Congregazioni | Chiese e Monasteri | Autori | Foto e video | Links | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu